25 January 2021

27-31 dicembre, sarà un finale d’anno spesso freddo e perturbato

E’ imminente un vistoso cedimento del tempo sull’Europa per mano di un vortice di bassa pressione particolarmente vasto e profondo in discesa dalle latitudini polari fin sul cuore del nostro Continente. Osservate nella mappa probabilistica proposta in figura il segnale evidente di questa circolazione anche ad oltre 120 ore di distanza.

Il cambio della circolazione avverrà a partire da domenica 27, ma sarà dal 28 dicembre che i fenomeni associati alla prima perturbazione in arrivo introdurranno ufficialmente questo cambio di passo della stagione.

Nord e centro saranno più frequentemente interessati dalle precipitazioni, con il limite delle nevicate che a tratti potrà anche scendere fino a bassa quota se non addirittura in pianura come nel caso delle regioni settentrionali lunedì 28 (approfondiremo domani in un apposito editoriale). Il sud assisterà in proporzione a condizioni di tempo più instabile, con minor frequenza delle precipitazioni e maggior probabilità di schiarite.

Il profilo delle temperature, pur subendo alcuni saliscendi, si attesterà su valori in prevalenza al di sotto della media al nord, al centro e in Sardegna. Al sud, dopo una possibile risalita il 28, le temperature si attesteranno su valori in linea o a tratti appena inferiori alla media del periodo.

Insomma una situazione meteorologica che chiuderà l’anno con un’aria tipicamente invernale.

Luca Angelini