30 November 2020

6 mila cicloni tropicali sotto la lente

Un database davvero utile, sia per scienziati e climatologi, impegnati nello sviluppo di particolari modelli di simulazione volti a comprendere il legame tra cicloni tropicali e cambiamenti climatici, sia per la sicurezza pubblica e la gestione delle emergenze nei luoghi dove questi mostri del cielo sono più frequenti.

E’ quello che hanno messo insieme dai ricercatori della NOAA americana, interessati in prima persona dal temibile passaggio degli uragani. Secondo gli scienziati è indispensabile studiare anche per via statistica questo tipo di fenomeni ed essere consapevoli, tramite appositi modelli, delle possibilità che si possono sfruttare per prevenire la perdita di vite umane.

Come sono stati raccolti questi dati?

I dati relativi a più di 6000 cicloni tropicali sono inclusi nel database IBTrACS, che copre gli ultimi 150 anni. Per ogni tempesta, sono stati annotati posizione, veloctà massima del vento, valori della pressione minima registrata nel centro del vortice

I dati raccolti possono essere analizzati sul supporto Adobe Flex Viewer con ArcGIS Server di ESRI, simile a google map, per fornire funzionalità di intercettazione interattive.

Report Luca Angelini

6 mila cicloni tropicali sotto la lente