18 January 2021

9-11 agosto: nuovi TEMPORALI in transito su alcune regioni d’Italia

Nuovo ricambio d’aria in vista sull’Italia, una due giorni (e mezzo) di tempo instabile che attraverserà tutta l’Italia dominata dal passaggio di una perturbazione in arrivo dal nord dell’Atlantico tra martedì 9 e giovedì 11 agosto.

L’arco frontale che delimita la massa d’aria fresca e quella più calda che resiste al di là del Mediterraneo si evidenzierà con una lunga linea di perturbazione disposta a falce di traverso sul continente europeo (vedi sinottica al livello del mare), della quale solo una parte riuscirà ad essere produttiva, in termini di fenomeni, sull’Italia. Questo perchè la traiettoria pilota del sistema nuvoloso sarà da nord-ovest e pertanto patirà l’interferenza con l’arco alpino.

sinottica livello del mareIn linea di massima possiamo anticipare che l’affondo della saccatura nord-atlantica avverrà proprio martedì 9 agosto a carico della penisola Iberica. In questo frangente le correnti sull’Italia ruoteranno dai quadranti sud-occidentali, attivando così un primo pacchetto di aria umida che, precedendo il fronte vero e proprio, inizierà a spargere rovesci e temporali a ridosso delle zone alpine e prealpine. Nella serata di martedì qualche temporale potrà spingersi fin sulla fascia pedemontana, spostandosi da ovest verso est, cui seguirà però una pausa. La manovra andrà a gonfiare il geopotenziale sul nostro centro-sud, dove si avrà in pari giornata un temporaneo ma netto rialzo delle temperature.

Mercoledì 10 ecco sopraggiungere la perturbazione vera e propria, la quale, come detto, subirà una vistosa ondulazione a livello del nostro settentrione, con possibile formazione di un minimo sottovento in val Padana e conseguente confluenza di masse d’aria con elevata probabilità di temporali, soprattutto a carico della val Padana e del Triveneto. Intanto il flusso prefrontale attiverà qualche temporale nelle zone interne  e montuose di Toscana, Umbria e Marche.

Eccoci poi a giovedì 11 agosto (affidabilità media), con l’asse della saccatura che, sotto la spinta dell’anticiclone atlantico in consolidamento da ovest, finirà per proiettare l’asse sul Balcani, costringendo la perturbazione a sfilare verso il nostro centro-sud prediligendo il versante adriatico. Sarà proprio questo il settore a maggior rischio di temporali per quella giornata, cui seguirà l’inserimento di ventilazione settentrionale decisamente più fresca ad interessare tutte le nostre regioni.

Luca Angelini

9-11 agosto: nuovi TEMPORALI in transito su alcune regioni d’Italia

Commenta per primo

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.