Adesso c’è il sole, ma nel pomeriggio…

Alta pressione a compartimenti stagni e le conseguenze concrete si manifestano con il transito di infiltrazioni di aria temporaneamente più umida e instabile. Ieri (martedì 5 luglio) sono state interessate essenzialmente le regioni settentrionali e solo in parte l’Appennino, mentre oggi, mercoledì 6, sarà la volta delle nostre regioni centro-meridionali.

Si conferma dunque lo schema che vi avevo anticipato in questo precedente approfondimento e pertanto, a dispetto del sole che attualmente splende su quasi tutta l’Italia, dal pomeriggio andranno chiudendosi i cieli a partire dalle zone appenniniche e sub-appenniniche, dove inizieranno i primi rovesci, anche a sfondo temporalesco.

Con il passare delle ore, nel corso del pomeriggio e sino alla prima parte della sera, la nuvolosità e i fenomeni tenderanno ad estendersi in parte anche verso le coste adriatiche, dato che i venti in quota, disposti dai quadranti occidentali, inclineranno le torri nuvolose verso est. Le regioni che verranno probabilmente interessate dagli acquazzoni mercoledì pomeriggio saranno Marche, Umbria, Abruzzo, Molise, Basilicata, Puglia, Toscana appenninica, entroterra laziale e campano. Non si esclude la possibilità anche di qualche isolata grandinata e temporanei colpi di vento, mentre nelle prime ore del pomeriggio segnalo la possibilità che vadano sviluppandosi alcune manifestazioni temporalesche isolate anche a cavallo dell’Appennino Ligure di Levante e lungo il tratto emiliano-romagnolo.

I fenomeni tenderanno poi ad esaurirsi gradualmente a partire dalla serata, tuttavia è opportuno osservare che il refrigerio portato dalle precipitazioni sarà solo parziale e temporaneo, non essendo accompagnato da alcun ricambio d’aria. Da giovedì tornerà dunque a fare caldo un po’ ovunque per il rapido successivo rinforzo del campo di alta pressione, con le temperature che si porteranno un paio di gradi al di sopra della media, pur in un contesto complessivamente ventilato, in particolare lungo le coste adriatiche.

Luca Angelini

Adesso c’è il sole, ma nel pomeriggio…

 

Commenta per primo

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.