26 January 2021

Aggiornamento METEO della sera: cosa ci aspetta nei prossimi giorni?

METEOSATPer fare il punto della situazione meteorologica e ricavarne spunti di indagine volti a capire il tempo che farà da qui alla fine della settimana, torna utile questa sera il quadro della copertura nuvolosa così come ce la mostra il satellite Meteosat. Siamo alle ore 20.00 del 15 settembre e si notano in particolare diverse aree nuvolose nate in seno all’aria fredda (frecce blu) che dall’Atlantico si porta sul cuore dell’Europa, lambendo anche le nostre regioni settentrionali.

Al centro, al sud e sulle Isole Maggiori, prevale invece l’azione stabilizzante dell’anticiclone nord-africano, che seguiterà a convogliare su questi settori aria molto calda per la stagione (frecce rosse). Il conflitto netto tra le due masse d’aria, calda e fredda, va a rinforzare i venti d’alta quota che evidenziano infatti massimi fino a 130 nodi a cavallo dei cieli francesi.

sintesiIn seno a queste veloci correnti due ondulazioni tendono ad evolvere in altrettanti sistemi frontali. La prima perturbazione (n.1 in figura) raggiungerà mercoledì mattina le regioni settentrionali e la Toscana, generando nuvolosità irregolare e anche qualche pioggia, più probabile su Alpi, Prealpi, Piemonte, alta pianura lombarda, Appennino Ligure e Toscana. Tendenza a schiarite nel pomeriggio. Prevalenza di sole altrove con clima caldo per la stagione, specie in Sardegna, con punte di oltre 35°C.

Giovedì ecco sopraggiungere veloce la perturbazione n.2, che risulterà probabilmente più attiva della precedente, seppur con una distribuzione dei fenomeni più marginale. Le piogge saranno infatti più diffuse ed intense, ma probabili essenzialmente su Alpi, Prealpi e, in modo più frammentato, anche sull’alta pianura Padana. Altrove prevalenza di sole con apice del caldo che raggiunge il sud peninsulare, accompagnato da attiva ventilazione meridionale. Mari mossi.

Venerdì ancora un po’ di variabilità lungo le Alpi, bello altrove. Nel fine settimana prognosi ancora incerta, inizieremo ad approfondire l’argomento domani.

Luca Angelini

Commenta per primo

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.