17 January 2021

Allerta meteo giovedì 5 febbraio: la Protezione Civile informa…

protezSITUAZIONE: La vasta area di bassa pressione, presente ormai da alcuni giorni su gran parte dello scenario europeo, non accenna ad allentare la sua morsa. Alimentata da aria fredda continuerà a determinare condizioni di maltempo anche sulla nostra Penisola dove si registreranno nevicate, piogge, temporali e forte ventilazione.

AVVISI: l’avviso prevede precipitazioni a carattere nevoso mediamente al di sopra dei 200-400 metri su Liguria, Piemonte, Lombardia, Emilia-Romagna, Veneto, Trentino, Friuli Venezia Giulia con accumuli al suolo da moderati ad abbondanti. Sulle regioni centrali la quota neve si alza intorno ai 600-800 metri in particolare su Umbria, Lazio, Abruzzo e Molise con accumuli al suolo moderati o localmente abbondanti. Previste, inoltre, precipitazioni anche a carattere di rovescio o temporale su Marche e Lazio, in estensione, a Campania, Basilicata e Calabria. I fenomeni saranno accompagnati da rovesci di forte intensità, frequente attività elettrica, grandinate e forti raffiche di vento. Venti di tempesta dai quadranti settentrionali interesseranno la Liguria; venti da forti a burrasca dai quadranti orientali su Friuli Venezia Giulia, Veneto, Lombardia, Emilia Romagna e Marche; venti di burrasca sud-occidentali sulla Sicilia, in estensione a Campania, Basilicata e Calabria. Sono attese, dunque, mareggiate lungo le coste esposte.

CRITICITA:  sulla base dei fenomeni previsti è stata valutata per giovedì 5 febbraio

  • Criticità arancione per rischio idraulico diffuso su Emilia-Romagna e Marche e per rischio idrogeologico localizzato sulla Campania.
  • Criticità gialla, invece, è indicata su Abruzzo, Lazio occidentale, Marche meridionali, Molise, Umbria, sui bacini di Basilicata, Puglia e Calabria, sulle regioni centrali, sulla Sardegna e sulla Liguria.

DETTAGLIO PREVISIONALE:

Precipitazioni:
– diffuse, a prevalente carattere nevoso fino in pianura, sul Piemonte meridionale e sull’Emilia Romagna occidentale, con quantitativi cumulati da moderati a localmente elevati e accumuli nevosi abbondanti;
– sparse, anche a carattere di rovescio o temporale, sul resto del Piemonte, su Lombardia centro-meridionale, Trentino, Veneto, resto dell’Emilia Romagna, Sardegna centro-occidentale, Appennino toscano e Toscana meridionale, zone occidentali di Lazio, Abruzzo e Molise, Campania centro-settentrionale, con quantitativi cumulati moderati;
– da isolate a sparse, anche a carattere di rovescio o breve temporale, sul resto del territorio italiano, con quantitativi cumulati da deboli a puntualmente moderati.
Nevicate: fino a livello di Pianura su Piemonte, Lombardia ed Emilia, al di sopra dei 200-400 m sulle restanti regioni settentrionali, al di sopra di 500-700 sulla Romagna e sull’Appennino Toscano, con quantitativi cumulati moderati o localmente abbondanti; al di sopra degli 800 m sulle restanti regioni centrali ed in serata sull’Appennino campano e lucano.
Visibilità: nessun fenomeno di rilievo.
Temperature: senza variazioni significative.
Venti: da forti a burrasca meridionali sulla Sardegna, in rotazione da ovest ed in intensificazione a burrasca forte; localmente forti occidentali sulla Sicilia; forti meridionali sulla Puglia e localmente sulle zone tirreniche; di tempesta settentrionali sulla Liguria; forti o burrasca nord-orientali sull’alto Adriatico e sulla Toscana.
Mari: molto agitati il Mare e Canale di Sardegna, tendenti a localmente grossi; agitati il Mar Ligure, il Tirreno e localmente lo Stretto di Sicilia, molto mossi o localmente agitati i restanti bacini.

Dipartimento della Protezione Civile Settore Meteo

adattamento Luca Angelini

Commenta per primo

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.