20 October 2018

Alta pressione di blocco sull’est Europa potrebbe modificare le piogge in arrivo sull’Italia

Partendo da quanto espresso nel nostro ultimo approfondimento VIDEO, procediamo con l’analisi dell’evoluzione prevista per i prossimi giorni che, alla luce degli ultimissimi scenari calcolati dalla modellistica numerica, pare sarà soggetta ad alcune modifiche di percorso.

Prima di tutto il vortice in arrivo dalla Francia: è stato confermato ma la sua posizione sarà un po’ più defilata, ossia più ritirata verso ovest rispetto a quanto precedentemente calcolato. Questo vuole dire che le piogge previste tra la sera di domenica 7 e la giornata di lunedì 8 ottobre, ci saranno ma interesseranno quasi esclusivamente Piemonte occidentale, Valle d’Aosta, estremo Ponente ligure e nord della Sardegna.

Nei giorni successivi il rinforzo dell’alta pressione dinamica sull’Europa dell’est contribuirà a mantenere troppo ad ovest rispetto all’Italia il nocciolo del tempo perturbato, lasciando al nostro Paese solo un po’ di variabilità.

Solo tra mercoledì 9 e giovedì 10 ottobre, anche con l’aiuto dell’ex ciclone tropicale Leslie – che nel frattempo sarà stato agganciato dalle correnti atlantiche – una perturbazione legata al medesimo vortice riuscirà a sbloccarsi e ad attraversare l’Italia portando una sostanziosa passata di precipitazioni, che su alcune zone del nord, del centro e localmente sulla Sardegna, potrebbero essere anche abbondanti.

Dunque il nostro prossimo passo sarà quello di seguire in particolare quest’ultimo passaggio, che sarà certamente l’argomento più importante dell’intera settimana.

Luca Angelini

Alta pressione di blocco sull’est Europa potrebbe modificare le piogge in arrivo sull’Italia