25 January 2021

Alta pressione piglia tutto almeno sino a metà aprile

quota16 aprUn flash di aggiornamento alla luce delle ultimissime elaborazioni numeriche: l’alta pressione, inizialmente propostasi come timida contropartita dell’impulso polare verificatosi nel fine settimana di Pasqua, sta rinforzando gli ormeggi. In particolare si nota la nascita di un blocco alla progressione delle correnti perturbate atlantiche, che fuggono verso le alte latitudini lasciando il Mediterraneo i balia di un asse anticiclonico di natura afro-mediterranea.

E quando la circolazione si blocca, il tempo si addormenta, in questo caso apportando sul nostro Paese tutto quel che consegue nelle situazioni di alta pressione: tempo soleggiato e temperature superiori alla norma.

Già nei giorni scorsi avevamo individuato questa possibile strada in un recente articolo che proponeva la scarsità di piogge nei prossimi 5-6 giorni. Oggi rimarchiamo aggiungendo la possibilità che questa fase secca, certamente anomala per il mese di aprile in Italia, possa protrarsi anche oltre la metà di aprile, spingendosi sino alle porte della terza decade.

mare16 aprEventuali disturbi, se così si può dire, possono essere tranquillamente contati sulle dita di un amano (e avanzano anche alcune dita): citiamo la possibilità di qualche locale rovescio o temporale sull’Appennino meridionale domani pomeriggio (domenica), che potrebbe bissare nella serata di martedì 17. Per il resto, come detto, tanto sole, qualche velatura di passaggio, temperature particolarmente miti.

Per un possibile cambiamento dovremo probabilmente aspettare il 19-21 aprile, allorquando l’alta pressione potrebbe fare un passo indietro adducendo il proprio centro motore sulle Isole Britanniche. Naturalmente ne riparleremo.

Luca Angelini

Commenta per primo

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.