19 September 2017

Anche le nubi non sono più quelle di una volta

Che negli ultimi decenni si sia verificato un evidente spostamento delle fasce climatiche non è certo un mistero, così come non lo è il cambiamento degli schemi meteorologici, quelli che modulano il tempo alle medie e alte latitudini. Nel corso di un recente studio pubblicato su “Nature” , Joel Norris e colleghi, dell’Università della California a San Diego, hanno analizzato diverse registrazioni satellitari, evidenziando e quindi dimostrando vistose variazioni negli schemi nuvolosi tra gli anni ottanta e gli anni duemila.

Gli schemi dei cambiamenti nuvolosi osservati e simulati sono coerenti con uno spostamento verso i poli delle “storm track“, ovvero delle piste seguite dalle perturbazioni atmosferiche delle medie latitdini al di sopra dei mari e degli oceani, quelle spinte dai venti prevalenti che provengono dai quadranti occidentali. Questo fenomeno è accompagnato dall’espansione delle zone secche subtropicali e, a tutte le latitudini, dall’incremento della quota della copertura nuvolosa più elevata.

Le nubi sono un elemento fondamentale per il bilancio energetico dell’atmosfera, poiché riflettono parte della radiazione solare nello spazio e limitano l’emissione di radiazione nella banda della lunghezza d’onda all’infrarosso da parte del Pianeta. I fattori che hanno determinato questi cambiamenti sembrano essere l’aumento delle concentrazioni di gas atmosferici, i cosiddetti “gas serra” e una diminuzione del raffreddamento radiativo vulcanico, ovvero causato dalle eruzioni di vulcani, che immettono in atmosfera particelle di aerosol in grado di riflettere indietro nello spazio la radiazione solare. Quest’ultimo fatto è probabilmente legato ad una minore attività vulcanica nel periodo evidenziato.

Il cambiamento è tangibile anche ai nostri occhi, con il mutamento dei regimi di persistenza, quello che nel linguaggio comune viene oggi descritto con la fatidica frase “Non esistono più il tempo di una volta, le stagioni di una volta” e via dicendo.Ebbene, aggiungo io, allora non esistono neanche più le nubi di una volta…

Luca Angelini

Anche le nubi non sono più quelle di una volta

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*