7 August 2020

Anticiclone anomalo sul Polo, quali conseguenze sul tempo di casa nostra?

Anticiclone anomalo sul Polo, quali conseguenze sul tempo di casa nostra?

Il vortice polare mostra quest’estate segnali di debolezza. In particolare in questi ultimi giorni si sta manifestando una evidente anomalia positiva del campo di altezza geopotenziale nella media troposfera (riferimento 500hPa, ovvero circa 5.500 metri) per la presenza reiterata di un asse anticiclonico anomalo disposto tra le Isole Svalbard e il comparto siberiano orientale.

Nei prossimi giorni, sulla verticale del Polo Nord, è prevista un’isoterma di -14°C a 500hPa, mentre sulle Svalbard (siamo entro il Circolo Polare Artico) passerà la -10°C, praticamente la stessa isoterma che è prevista sorvolare in quegli stessi giorni l’Italia.

Per il meccanismo dei vasi comunicanti infatti, tanta aria calda sale verso il Polo, quanta aria fresca dovrà scendere verso le medie latitudini. Quest’aria fresca si sta raccogliendo entro una sacca depressionaria che si va disponendo tra il Canada e il nord Europa, con un ramo secondario diretto verso il Mediterraneo, comprendendo così anche l’Italia.

Questo depone per una fase meteorologica che dal prossimo weekend, e probabilmente sino a metà luglio, potrebbe essere fresca e a tratti anche instabile in quanto caratterizzata da correnti provenienti dal nord dell’Atlantico. Non è escluso che la prossima settimana le temperature possano anche scendere qualche grado sotto la media, confermando quindi una prima parte dell’estate esente complessivamente da fastidiose ondate di caldo africane.

Luca Angelini

Powered by Siteground