27 November 2020

Anticipazioni WEEKEND: torna un po’ di instabilità, specie domenica

E’ un quadro in continua e rapida evoluzione quello che gestisce l’andamento meteo sul comparto euro-atlantico e mediterraneo. Le onde atmosferiche che modulano l’avvicendarsi del tempo sono alquanto sviluppate lungo i meridiani e questo è un chiaro segnale dell’autunno, stagione di grandi contrasti.

Da una parte, sulla regione balcanica, troviamo il vortice che ci ha interessato i giorni scorsi e che ora trova sul suo cammino, ancora più ad est, il blocco insormontabile costituito da un potente anticiclone in rinforzo sulla Russia. Ad ovest, sul vicino Atlantico, troviamo un’altra figura di alta pressione, destinata a trasferire i suoi massimi sulla penisola Scandinava, mentre le grandi perturbazioni imboccano la via di fuga verso il Circolo Polare subito dopo essere transitate sull’Islanda.

In questo modo il vortice balcanico, strozzato dai due anticicloni, sfrutterà il punto debole offerto da quello atlantico che, migrando verso la Norvegia, lascerà scoperto  il lato mediterraneo, proprio all’altezza dell’Italia.

Sarà per questi motivi che il prossimo weekend vedrà una graduale instabilizzazione delle condizioni atmosferiche portate proprio dal ritorno in campo di questa struttura.

In linea di massima la giornata di SABATO 23 trascorrerà ancora abbastanza tranquilla, con alternanza di sole e annuvolamenti di passaggio, ma senza fenomeni di rilievo. La DOMENICA 24 invece potrebbe venire interessata dalla confluenza tra fresche correnti di Maestrale e più caldi venti meridionali provenienti dal nord Africa, entrambe richiamate dal vortice suddetto. Si noti dalla figura in alto (click per aprirla) la posizione prevista dell’asse di saccatura (tratteggio nero).

L’asse di saccatura in transito sul Tirreno meridionale potrebbe dar luogo allo sviluppo di precipitazioni di un certo rilievo su Sicilia e Calabria tirrenica, mentre in giornata il rientro di altre correnti fresche, questa volta da nord-est, potrà favorire qualche rovescio sui settori orientali della Penisola (specie nord-est e centrali adriatiche).

Va da sè che le temperature si manterranno ovunque su valori prossimi o appena inferiori alla media del periodo, con il fresco che dunque potrebbe persistere sull’Italia sin quasi alla fine del mese.

Luca Angelini

Anticipazioni WEEKEND: torna un po’ di instabilità, specie domenica