4 December 2020

Le stazioni meteo preferite dagli appassionati

Arriva la NEVE sulle Alpi, ecco dove, come e quanta

neveDopo un lungo periodo di astinenza forzata, presto la neve tornerà ad imbiancare l’arco alpino. Le perturbazioni responsabili di questo evento nevoso, meglio descritte in questo articolo, porteranno gli accumuli più consistenti lungo i settori di confine e in particolare tra Savoia, Valle d’Aosta, Canton Vallese e alto Piemonte. La mappa allegata in figura mostra gli accumuli stimati alla quota di 2.500 metri.

Le precipitazioni inizieranno nella giornata di venerdì partendo da una quota media di 2.000 metri, per poi scendere progressivamente e raggiungere in serata la quota media di 1.500 metri. Le nevicate saranno portate da venti nord-occidentali che ad alta quota saranno anche tempestosi, si presenteranno a carattere diffuso e abbondanti sui settori menzionati, ma potranno però disertare la fascia prealpina piemontese e lombarda, salvo temporanei e locali sconfinamenti.

Sabato lo sfondamento dell’aria fredda potrà recare ulteriori nevicate lungo tutti i settori di confine, anche se la precipitazione si presenterà nel complesso meno intensa e più discontinua. Il limite è previsto scendere a quote prossime ai 300-400 metri, ossia fin su diversi fondovalle adiacenti alla cresta delle Alpi. Sempre sabato (dal pomeriggio) farà eccezione il Triveneto, che potrà assistere allo sviluppo di precipitazioni convettive a carattere sparso, anche sulle Prealpi, sino a quote in calo da 600 a 400 metri. Il fenomeno potrà estendersi anche all’Appennino emiliano. romagnolo a pari quota, anche accompagnato da locali temporali.

Domenica ancora qualche spruzzata di neve portata da nord lungo la cresta delle Alpi, torna il sole sul resto del comprensorio, ma in un contesto molto freddo sin sui fondovalle.

Luca Angelini

Commenta per primo

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.