Arriva il vento del SUD, ecco le regioni più miti nei prossimi giorni

Una perturbazione nata per separare due masse d’aria molto diverse tra loro; se la parte fredda rimarrà oltralpe, lambendo appena le nostre regioni settentrionali, quella mite invaderà le nostre regioni meridionali e le Isole Maggiori. Sarà aria che prenderà le mosse dal vicino nord Africa e giungerà sulle nostre regioni per mezzo di tesi venti di Libeccio e Ostro, il classico vento del sud.

Una tale disposizione delle correnti favorirà un sensibile rialzo delle temperature soprattutto sulla Sicilia, dove i valori si porteranno tra mercoledì 26 e giovedì 27 alcuni gradi al di sopra della media del periodo. A ruota seguirà anche la Sardegna, dove in entrambi i giorni le temperature massime del giorno potranno sfiorare localmente anche i 23-25 gradi.

Il venti correndo poi verso la Penisola, incontrerà la dorsale appenninica, salirà e inizierà a galleggiarvi sopra, salvo poi ruzzolare già dal versante opposto, quello adriatico, attivando anche in questo caso un certo riscaldamento, tale da portare nella giornata di mercoledì, temperature massime diffusamente superiori a 20 gradi dalla Romagna alla Puglia.

Interessante notare ad esempio la vistosa differenza termica che si manifesterà nel giro di pochi chilometri, laddove i contrasti saranno più accesi, quindi dove agirà direttamente la perturbazione (ne abbiamo parlato diffusamente in questo editoriale): nella giornata di mercoledì 26 aprile si andrà quindi dai 12 gradi di Milano ai 21 gradi di Rimini, quasi 10 gradi su 300 chilometri di distanza.

La giornata più mite sarà comunque quella di giovedì 27 aprile. Da venerdì l’aria fresca che segue il sistema frontale inizierà a prendere il poso di quella calda, con relativo incipiente generale rinfrescata.

Luca Angelini

Arriva il vento del SUD, ecco le regioni più miti nei prossimi giorni