Atlantico furioso, mercoledì e giovedì ancora onde di tempesta verso le Isole Britanniche

Con il vortice polare che continua a girare velocissimo, i venti di tempesta la fanno da padrone alle alte latitudini, scorrendo lungo il bordo che separa la circolazione polare da quella delle medie latitudini. Diverse tempeste hanno imperversato negli ultimi giorni sull’Atlantico settentrionale e sul nord Europa. L’ultima in ordine di tempo si trova attualmente a cavallo dell’Islanda e dispiega i suoi venti potentissimi in particolare lungo il suo bordo meridionale passante per le Isole Britanniche.

La grande estensione di mare sulla quale questi venti di tempesta possono agire indisturbati porta alla nascita di onde davvero enormi che attraversano l’oceano solcandolo con picchi tra anche fino a 15 metri. L’altezza media delle onde che vanno ad infrangersi sulle coste dell’Irlanda e della Scozia raggiunge comunque i 1012 metri, generando marosi davvero spaventosi quando spettacolari.

Luca Angelini