25 November 2020

Atlantico in tempesta, guardate che CICLONI si preparano in oceano nel weekend

Atlantico in tempesta nei prossimi giorni. Le sue acque verranno agitate da due figure cicloniche estremamente profonde, la prima nata in seno alla circolazione polare, dunque colma di aria fredda, e la seconda che è nient’altro che l’ex-uragano Epsilon, in risalita lungo le coste orientali del continente nord-americano.

CICLONE LUCY: il primo ciclone, battezzato dall’Università di Berlino con il nome di Lucy, raccoglierà le energie di due altre figure depressionarie già attive in loco che verranno inglobate in un’unica struttura estremamente profonda, pensate ben 955hPa al centro alle ore 12.00 di sabato 24 ottobre. Il suo raggio d’azione interesserà come un enorme ventaglio i Paesi Scandinavi, l’Islanda, le Isole Britanniche e la Francia. L’Italia verrà attraversata da una asse di saccatura secondario, ovvero da una perturbazione che interesserà l’Italia con una rapida passata di piogge tra lunedì 26 e martedì 27 ottobre.

CICLONE EPSILON: l’ex uragano Epsilon comparirà invece sul nostro dominio di previsione tra domenica 25 e lunedì 26 ottobre, ma il suo fulcro (970hPa) si troverà molto più lontano del precedente, all’altezza del Labrador (Canada). Qui subirà però l’apporto di aria fredda polare e pertanto nei giorni successivi potrebbe modificare la circolazione generale e diventare determinante anche per il tempo sull’Europa nel corso della prossima settimana. Al momento pare non debba interessare direttamente il Continente, ma anzi non è escluso che possa attivare una risposta anticiclonica sull’Italia a partire da mercoledì 28-giovedì 29 ottobre, ma dovremo confermare.

Luca Angelini