5 April 2020

Attenzione! Rischio TEMPORALI anche violenti sabato 22 giugno al nord

Una goccia di aria fredda in transito al di sopra di un tappeto di aria calda e umida non può che dar luogo a contrasti termodinamici molto elevati. L’aria fredda in quota si troverà infatti senza appoggio nel momento in cui transiterà al di sopra del cuscino caldo-umido presente sulle nostre regioni settentrionali, in particolare sull’area padana.

Se infatti lungo le zone alpine e prealpine la forzante orografica (leggi presenza delle montagne) potrà attivare una catena temporalesca molto attiva e con fenomeni frequenti quasi per l’intera giornata, sulle aree padane si assisterà a fenomeni più sparsi ma localmente anche molto intensi e principalmente concentrati tra pomeriggio e sera.

Le maggiori criticità legate al transito di questi temporali sono anzitutto la grandine, che sulla bassa Padana (Veneto, Romagna) potrebbe raggiungere diametro anche di 4-5 centimetri, ma anche improvvisi colpi di vento e rovesci di pioggia che localmente potrebbero generare anche nubifragi.

La Protezione Civile ha diramato lo stato di allerta arancione su diverse zone della Lombardia e in particolare: nodo idraulico di Milano, Appennino pavese, Alta pianura orientale (Bresciano), Val Chiavenna, Laghi e Prealpi Varesine, Lario e Prealpi Orobie, Bassa pianura orientale (Mantovano).

Luca Angelini

Powered by Siteground