Blitz invernale nel cuore dell’estate, NEVE fino a 2.000 metri sulle Alpi occidentali

Non c’è nulla di strano vero, ma c’è molto di affascinante. La neve che torna improvvisamente ad imbiancare cime e pendii, laddove fino a qualche giorno prima i prati verdeggiavano sotto il sole alto di metà luglio, rappresenta certamente una sorpresa.

Sotto la sferza dei temporali che si sono concentrati sull’area alpina negli ultimi giorni, il rovesciamento dell’aria fredda dalle quote superiori (a 5.500 metri ci sono -18°C) ha trascinato molto in basso anche lo zero termico. Tanto che in diverse località del Piemonte e della Valle d’Aosta la neve è scesa ad imbiancare fino a 2 mila metri di quota. Eclatante il casi di Breuil-Cervinia (quota 2.000 appunto) con la fitta nevicata di martedì 13 luglio (foto qui sotto).

Magari non sarà il caso di esultare troppo per i nostri ghiacciai, tuttavia le affaticate superfici nevose in quota stanno indubbiamente tirando il fiato e di questi tempi, nel cuore dell’estate, di certo non è poco.

Ringraziamo la pagina Facebook MeteoVda per le immagini e le testimonianze.

Luca Angelini