Centro, nord e Sardegna: una settimana asciutta e con temperature sopra la media

Quando un campo di alta pressione, che sostanzialmente è una porzione di atmosfera entro al quale l’aria scende dalle alte quote avvitandosi verso il basso, si dispone sull’Europa occidentale, le regioni maggiormente interessate dalla stabilizzazione atmosferica che caratterizza questa situazione interessa le nostre regioni settentrionali, le centrali tirreniche e la Sardegna.

Abbiamo praticamente detto già tutto quello che c’è da sapere sul tempo della settimana appena iniziata, che sarà contraddistinta proprio da questo tipo di pattern atmosferico; un’onda anticiclonica, una bolla di aria calda che risalirà con il suo asse principale dalle latitudini subtropicali lungo i meridiani dal vicino Atlantico verso penisola Iberica, Francia e Regno Unito. Un disegno già visto diverse volte negli ultimi tempi e che i mesi scorsi, già dallo scorso inverno, si era resa responsabile della scarsità di precipitazioni avutasi sulle nostre regioni settentrionali.

Ora, dopo un evidente interruzione che ha concesso una buona dose di piogge proprio su queste zone, ecco che si ritorna al passato, con una settimana praticamente senza precipitazioni e con temperature al di sopra della media della terza decade di maggio, il che significa piuttosto calde. Di quali zone stiamo palando in buona sostanza? Stiamo parlando proprio delle regioni settentrionali, di quelle centrali tirreniche e della Sardegna, le più interessate dalla massa d’aria trasportata entro questa struttura, di tipo subtropicale marittima, in parte continentalizzata.

Le regioni centrali adriatiche e le meridionali invece si troveranno immerse invece entro una circolazione diversa, più fresca e lievemente instabile, dovuta a correnti settentrionali legate ad una bassa pressione sulla regione balcanica, un argomento che tratteremo in un prossimo approfondimento.

Luca Angelini

Centro, nord e Sardegna: una settimana asciutta e con temperature sopra la media