A chi la NEVE e a chi la PIOGGIA gelata, come mai?

La neve a bassa quota è uno tra i fenomeni meteo più difficili da prevedere. L’idrometeora infatti, dal momento del suo sviluppo nelle nubi, può incontrare lungo il suo percorso condizioni anche molto diverse, con strati d’aria favorevoli all’accrescimento della precipitazioni ed altri invece favorevoli alla sua trasformazione se non addirittura alla sua fusione. La superficie dello zero termico inoltre, non deve essere immaginatoa come un livello rigido, ma come un tappeto ondulato, più simile a un mare in burrasca, quindi del tutto irregolare. Per questi motivi la neve può fondere e diventare pioggia, che a sua volta, più in basso, potrebbe nuovamente incontrare temperature inferiori allo zero e quindi rigelare. Se lo fa prima della completa fusione degli elementi, si parla di neve granulosa.

Uno schema più che chiaro di quello che avviene lungo la colonna d’aria nelle varie situazioni che si possono verificare durante l’inverno è riportato nella figura qui sotto (click per aprirla), gentilmente concessa dal Centro Epson Meteo.

Se invece la struttura dei fiocchi di neve viene totalmente distrutta dalla fusione, non può ricostituirsi, ovvero una goccia di pioggia non può ritrasformarsi in fiocco di neve, ecco allora che subentra un’ulteriore idrometeora: la pioggia ghiacciata o pioggia sopraffusa. Si tratta di gocce d’acqua sottoposte a nuova solidificazione nel momento in cui si depositano al suolo, causando un fenomeno molto insidioso, noto come gelicidio.

Tutti i fenomeni descritti possono coesistere anche a pochissima distanza, come avvenne in Liguria nel dicembre del 2009, ma anche come si sta constatando su diverse zone padane proprio in queste ore.

Nel caso genovese, il rialzo termico in quello strato fu sufficiente a fondere la neve e a trasformarla in pioggia, se non che quest’ultima, una volta incontrato lo strato sottostante attraversato dalla Tramontana, con temperatura nuovamente pari a zero, rigelò e diede vita ad un eccezionale episodio di gelicidio. che letteralmente bloccò del tutto il capoluogo ligure (vedi figure). Fenomeni analoghi possono verificarsi anche in Friuli Venezia Giulia, sui settori maggiormente battuti dalla Bora.

Luca Angelini

A chi la NEVE e a chi la PIOGGIA gelata, come mai?

Commenta per primo

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.