17 January 2021

Confermato: nelle prossime ore qualche spruzzata di neve a bassa quota su Toscana, Umbria e Marche

Una previsione estremamente difficile, sia per l’incertezza generale del quadro sinottico, sia per la complessità dei microclimi locali del nostro Paese. In ogni caso, a conti fatti, qualche spruzzata di neve fino a quote basse su parte delle nostre regioni centrali sta per arrivare e sembra anche anticipare di qualche ora rispetto all’approfondimento precedente. Stiamo parlando essenzialmente delle aree più interne della Toscana, dell’Umbria e dell’entroterra marchigiano.

La finestra temporale in cui sembrano collocarsi con maggior probabilità i fenomeni, prevalentemente di debole, al più localmente di moderata intensità, è compresa tra domenica sera (10 gennaio) e lunedì mattina (11 gennaio).

TOSCANA: segnaliamo entro domenica sera la possibile comparsa di locali episodi di neve debole o nevischio su tutti i settori appenninici. Il limite potrà scendere fino a 200-300 metri su Mugello e Casentino, fino a 300-400 metri su Valdichiana, Senese e zona dell’Amiata. I fenomeni tenderanno ad esaurirsi entro la notte su lunedì 11, seguiti da rasserenamenti.

UMBRIA: domenica sera nevicate di debole o moderata intensità a partire da 300-500 metri su Città di Castello, zona di Gubbio e Perugino. Limite in discesa tra 400 e 500 metri su tutte le altre zone. Lunedì mattina qualche fiocco residuo ancora possibile fino a 200-300 metri sui settori orientali della regione, poi cessazione dei fenomeni.

MARCHE: limite delle nevicate in calo nel corso di domenica sera fino a 300-400 metri nelle vallate appenniniche più interne, localmente anche più in basso nella provincia di Pesaro-Urbino. Lunedì 11 nevicate intermittenti, localmente moderate, poi più deboli sino in fondovalle nelle aree appenniniche, 200-300 metri su quelle pre-appenniniche dell’immediato entroterra. Attenuazione dei fenomeni da lunedì pomeriggio.

Non dimentichiamo infine l’EMILIA-ROMAGNA: qui sarà possibile al primo mattino di lunedì 11 qualche spruzzata di neve residua sin sulla fascia pedemontana romagnola. Meno probabile invece il coinvolgimento della fascia costiera. Entro metà giornata definitiva cessazione dei fenomeni e sviluppo di rasserenamenti su tutta la regione.

Luca Angelini