Da domenica sera torna un po’ di instabilità al nord, poi anche al centro

Alta pressione si, ma in fase di cedimento sulle nostre regioni centro-settentrionali. Chi ha seguito i nostri ultimi editoriali e il VIDEO, si ricorderà che ne avevamo accennato con riserva di tornare sull’argomento alla luce delle successive elaborazioni numeriche. Ecco, queste ultime sono arrivate e ci confermano che a partire da domenica sera torneranno i temporali ad iniziare dal settentrione.

La probabilità di assistere ad acquazzoni (ma anche di locali grandinate e colpi di vento) si concretizzerà domenica pomeriggio sulle zone alpine e sull’Appennino Ligure, salvo poi propagarsi in serata anche alle pianura, specie su Piemonte e Lombardia. Qualche colpo di tuono possibile anche sull’Appennino centrale, ma in dissolvimento in serata. La cartina in evidenza (click per aprirla) ci segnala le aree soggette a possibili acquazzoni e la relativa probabilità.

Questo sarà solo un antipasto, dato che tale situazione rimarrà invariata anche nella giornata di lunedì 28, allorquando potranno venire interessate da rovesci e punti temporaleschi non solo quelle settentrionali, anche le zone interne appenniniche del centro, con possibili sconfinamenti che comunque, per il momento, non dovrebbero raggiungere le coste. Regioni probabilmente interessate: Valle d’Aosta, Piemonte, entroterra ligure, Lombardia, Emilia, pedemontana veneta, Trentino meridionale, Prealpi Friulane, Umbria, entroterra di Toscana, Marche, Lazio, Abruzzo e Sardegna.

Per ora ci fermiamo qui, per poi riprendere l’argomento e proseguire con la previsione per le giornate successive. Continuate a seguirci.

Luca Angelini

Da domenica sera torna un po’ di instabilità al nord, poi anche al centro