Da questa notte spruzzate di NEVE sulle Alpi fino a 2.500 metri

Arriva l’aria fresca anzi, come vi avevo anticipato, molto fresca, considerata la sua origine nord atlantica e il suo pescaggio parzialmente artico. Tutto cambia dunque. Finisce la lunga sequela di giorni messi in fila all’insegna del caldo afoso e si apre una nuova fase di qualche giorno contraddistinto da un clima ben più asciutto, gradevole e appunto fresco.

Il passaggio di consegne tra i due contendenti però non avverrà in maniera indolore, ma a suon di temporali, evenienza già in corso su diverse zone del nord e anche su qualcuna del centro. Ma il dato che emerge dalle ultime analisi, al di là della fenomenologia attesa tra giovedì e venerdì al centro e al sud (di cui parleremo nei prossimi editoriali), è quello del crollo verticale dello zero termico sulle Alpi, ossia la quota alla quale si collocherà il limite degli zero gradi, il livello di passaggio tra pioggia e neve.

Neve? Ebbene si, lo sviluppo dell’aria fresca post-frontale, dietro la perturbazione, genererà per sbarramento ammassi nuvolosi che a partire dalla notte su giovedì e per alcune ore, potranno spolverare di bianco le cime alpine poste mediamente al di sopra dei 2.500 metri. Non si esclude la possibilità di temporanee fioccate anche più in basso sulle zone poste a ridosso delle linee di cresta poste prossime al confine di Stato, in particolare alta Valle d’Aosta, Ossola settentrionale, alta Valtellina e vallate settentrionali dell’Alto Adige.

Ad alta quota queste nevicate saranno portate da nord, in quanto accompagnate da venti molto forti dai quadranti settentrionali e pertanto, semmai avessimo programmato gite, salite alpinistiche ed escursioni nelle zone sopra citate, sarà opportuno rimandare il tutto di qualche giorno. Già nel fine settimana infatti la situazione dovrebbe rapidamente migliorare.

In ogni caso, occhio dunque alle webcam più elevate poste lungo i passi alpini…

Luca Angelini

Da questa notte spruzzate di NEVE sulle Alpi fino a 2.500 metri

Commenta per primo

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.