27 January 2021

Dal FREDDO tardivo alle (improbabili) ipotesi di GELO

ensClassico, dai una mano e ti prendono tutto il braccio. Avesse un’anima anche l’attuale mese di marzo avrebbe da ridire sul comportamento, per altro ben noto ormai, di taluni luminari imbonitori della meteo che, non paghi del freddo e della neve tardivi, già puntano su una improbabile fase di gelo.

Perchè improbabile? La risposta è dentro la nostra figura. Si tratta di una carta relativa al modello americano GFS, elaborata con la tecnica probabilistica di ensemble, che fornisce la previsione media dello stato dell’atmosfera in quota (piano isobarico di 500hPa, quota circa 5.500 metri), per la giornata di sabato 12 marzo.

Perchè proprio sabato? Perchè i valori di deviazione (di errore) rappresentati dalla nostra carta (colori giallo e arancio) ci suggeriscono che siamo ai limiti della previsione a medio-lunga scadenza e che pertanto andare oltre non serve. Eppure c’è chi vede già una ondata di gelo sull’Italia a partire dal 16 marzo. Insomma un bel fuori giri.

E allora cosa ci fa vedere questa carta? Ci mostra che nel prossimo fine settimana una depressione potrebbe interessare buona parte dell’Italia, soprattutto centro e meridione, con tempo instabile e, come detto, anche freddo. Il nord, soprattutto il nord-ovest invece, pare più sotto l’ombrello protettivo dell’alta pressione, ma gli alti valori di incertezza (vedete quel giallo proprio sopra il nord-ovest)  consigliano di tornare sul tema con qualche aggiornamento in più sotto mano.

Luca Angelini

 

 

Commenta per primo

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.