3 December 2020

Le stazioni meteo preferite dagli appassionati

Dicembre 2017: per una volta l’inverno parte con caratteristiche tali

I due grafici della media ensemble (Verona e Milano, rispettivamente qui a fianco e sotto) non lasciano particolari dubbi: è in arrivo una fase di freddo moderatamente intenso (per il periodo) e soprattutto moderatamente prolungato, almeno per il Nord. Non mi soffermerò sul tipo di tempo né sul fatto di eventuali nevicate (diffidare di chi conferma neve al piano con svariati giorni di anticipo!): ciò che voglio dire è che, analizzando i grafici, è in arrivo un periodo pienamente invernale, con un diffuso sotto-media al nord per parecchi giorni.

Attenzione però a non cadere nella trappola di facili sensazionalismi: non è in arrivo nessun’ondata di gelo né nessuna bufera di neve. È in arrivo invece una fase invernale che, nei momenti più acuti, è paragonabile con le medie di gennaio. Questo fa comunque parte del panorama climatico italiano e ci fa specie perché veniamo da inverni disastrosi e quindi non siamo più molto abituati a tali periodi freddi: l’ultimo freddo così prolungato nel mese di dicembre è stato quello del dicembre 2010, infatti, dopo tale data, dicembre ha assunto troppo spesso connotati di alta pressione e totale assenza di perturbazioni (si vedano i dicembre 2011, 2015, 2016).

Lasciamo stare imbarazzanti paragoni con le ondate di gelo dell’800 (quelle sì eccezionali, soprattutto rispetto agli ultimi anni), basta andare indietro di una ventina d’anni per trovare un freddo probabilmente ben più acuto di quello in arrivo: dicembre 1996 e dicembre 2001.

Ad ogni modo, analizzeremo anomalie termiche ed eventuali nevicate a fine episodio: le anomalie climatologiche si fanno DOPO, a evento finito, e non prima.

Quello che è sicuro è che è tempo di clima invernale. Insomma, per una volta l’inverno parte come tale e non con zeri termici a quote settembrine.

Nell’immagine qui a fianco (cortesia Meteociel) si prevede il culmine del periodo freddo in arrivo: negli ultimi inverni colori simili (quota geopotenziale 500 hPa) si sono visti assai di rado.

Anomalie in libera atmosfera (850 hPa, Meteociel, prima figura in alto, clcik per aprirla) rispetto alla media: una vastissima area che coinvolge quasi tutto il continente europeo potrebbe essere ben al di sotto delle medie (ricordo è una previsione!) anche di 8°C o superiori. In queste zone si potrà parlare di “ondata di freddo” se saranno confermate e, a evento finito, si potranno trattare le anomalie termiche delle rispettive aree interessate. Notare, purtroppo, i 16° di anomalia positiva previsti in Groenlandia, terra di ghiacci e risorse idriche…

Davide Santini

Dicembre 2017: per una volta l’inverno parte con caratteristiche tali