8 December 2019

Dicembre, mese di grandi speranze…

La vita è davvero fatta di piccole gioie. Con lo scoccare dell’inverno meteorologico, e l’approssimarsi della stagione fredda, il nutrito mondo dei meteofili si popola. Gli animi si “scaldano” e loro, fino ad alcuni anni fa insospettabili uomini in doppio petto o semplici ragazzini di strada mescolati alla gente di tutti i giorni, possono oggi ritrovarsi e scambiarsi idee ed emozioni sui social network, oppure alla vecchia maniera, sui forum meteo.

Poi arrivano le prime notti insonni: chi ha la fortuna di affacciarsi su una strada illuminata può attendere l’arrivo della prima neve con la trepidazione di un bambino che scopre le delizie del mondo. Il suo punto di riferimento diventa un semplice lampione.

Novembre, con le sue giornate corte, ha stimolato quel particolare ormone nivofilo che trasforma ogni appassionato meteo in un accanito cercatore di fiocchi. Sarà l’anno buono per vederli anche nel nostro amato orticello? Intanto, se l’Atlantico rimarrà attivo, ci saranno maggiori opportunità nevose per nord e tirreniche, mentre le Adriatiche e il sud necessiterebbero di ingressi da nord-est, ossia di una circolazione del tutto opposta.

Come andrà a finire? Per ora nessuno lo sa, ma semmai neve e freddo dovessero arrivare, state tranquilli, noi di Meteobook saremo in un modo nell’altro i primi a farvelo sapere.

Luca Angelini

Powered by Siteground