4 December 2020

Le stazioni meteo preferite dagli appassionati

Diluvio alle spalle di Genova, oltre 500 litri d’acqua in 18 ore

Prendendo spunto da un’osservazione del meteorologo Simone Abelli del Centro Epson Meteo, vi invito a porre l’attenzione su quello che può accadere in quelle situazioni meteorologiche caratterizzate dalla presenza di un fronte quasi stazionario. Di cosa si tratta? Essenzialmente di una perturbazione, generalmente allo stato di semi-onda, ossia costituito da una lunga striscia nuvolosa dove aria calda e fredda si fronteggiano sempre sui medesimi luoghi, senza che alcuna delle due prevalga.

Nel caso odierno, martedì 22 novembre, la corrente mite e umida che si è levata dall’entroterra nord-africano a precedere detta perturbazione, corrente nota tecnicamente come “nastro trasportatore caldo“, già intensa di suo, è stata ulteriormente incentivata da due ulteriori fattori: in primo luogo dallo scontro quasi frontale con il solito rigolo di aria fredda padana in trafilamento attraverso i valichi dell’Appennino Ligure centrale, poi dal successivo sollevamento forzato indotto dallo stesso Appennino sulla parte di corrente sciroccale già sollevato dalla corrente fredda padana, con condensazione di massa dell’umidità. In quota l’aggancio con il ramo ascendente della Corrente a Getto ha poi stirato la relativa massa nuvolosa disponendola secondo la consueta forma a “U”.

pioggia-genovaInsomma, per farla breve, si è trattato del noto meccanismo che ha portato alla nascita e al sostentamento di una struttura nuvolosa rigenerante, la quale ha scaricato lungo il suo asse quasi stazionario impressionanti quantitativi di pioggia. La bellezza di mezzo metro d’acqua, oltre 500 millimetri (520 millimetri per l’esattezza nel quartiere di Voltri), ovvero 500 litri per ogni metro quadrato, una tonnellata di acqua ogni due metri, la metà di quella che cade a Milano in un intero anno.

Concludo invitandovi a riflettere soprattutto su quest’ultimo punto di vista: una tonnellata d’acqua su due metri di terreno in sole 18 ore… Serve altro per farvi immaginare quali conseguenze potrebbe portare una situazione del genere?

Luca Angelini

Diluvio alle spalle di Genova, oltre 500 litri d’acqua in 18 ore