2 April 2020

Domenica 2 giugno fino a 28 gradi al nord e in Toscana

E così l’estate arrivò e non solo quella meteorologica, che come sappiamo, per convenzione prende il via il primo giorno di giugno, ma anche quella climatica. Ora metà del nostro Paese si è infatti allineato con le temperature normali per il periodo e qualcuno sta già per superarle.

E’ l’anticiclone delle Azzorre che trasporta l’aria temperata dell’oceano verso il continente. Fatto sta che al nord, sulla Toscana e sulla Sardegna l’alta pressione risulta più attiva. Trovandosi appena a valle dell’asse infatti queste regioni sono soggette ad una intensa compressione data dalla porzione discendente della massa d’aria, e quindi ad un maggior riscaldamento della stessa.

Il lungo soleggiamento diurno farà il reso, tuttavia il rialzo delle temperature si attuerà però in modo differente da zona a zona: al nord le temperature massime potranno raggiungere mediamente i 28-29°C in particolare sulle aree padane (punte isolate anche di 30°C…). Valori simili o appena inferiori (27-28°C) li ritroveremo sulle pianure toscane, laddove agiranno venti di caduta dall’Appennino a contrastare le brezze. 25-27°C infine sono attesi nelle zone interne e pianeggianti della Sardegna, anche se qui si noterà comunque l’influenza dell’aria marittima a mitigare i valori massimi.

Temperature invece nettamente inferiori sul medio Adriatico e al sud, che rimangono sotto l’influenza di una circolazione depressionaria ricolma di aria fresca, la quale darà anche origine a condizioni di instabilità con acquazzoni.

Luca Angelini

Powered by Siteground