15 December 2018

Domenica arrivano le piogge ma anche i TEMPORALI, ecco dove

Con la perturbazione attesa per la giornata di domenica 11 marzo, la cui dinamica è stata trattata e approfondita nel nostro ultimo VIDEO meteo, si entra nella fase di picco del maltempo annunciato ormai da alcuni giorni. Le piogge interesseranno il nord, il centro, la Sardegna e la Campania, e si svilupperanno secondo modalità diverse nel corso della giornata.

Al mattino avremo soprattutto precipitazioni avvettive, ossia moderate e continue, dovute al transito della parte avanzata del fronte, mentre con il passare delle ore l’inserimento in quota dell’aria più fredda dalla Francia, darà luogo all’innesco di instabilità convettiva e dunque anche alla possibilità di temporali.

Questi ultimi saranno più probabili sui settori occidentali della Sardegna, su Levante ligure, Toscana e Lazio, ovvero su tutti i settori dove si sommerà anche la componente di lifting orografico, vale a dire l’ulteriore spinta verso l’alto operata per sbarramento lungo i pendii esposti ai forti venti di Libeccio con sollevamento (lifting) forzato e possibilità di fenomeni intensi.

Stando alle simulazioni numeriche, i temporali più forti, accompagnati anche da colpi di vento e da locali grandinate, potranno aversi al mattino sulla Liguria centro-orientale, per effetto “imbuto” determinato dal rimbalzo del vento di Libeccio contro la Corsica, e in serata soprattutto sul Lazio. A questi fenomeni si accompagnerà una quota neve piuttosto elevata sulle zone menzionate interessate dai temporali, intorno a 1.800-2.000 metri, in calo fino a 1.500-1.700 metri a fine evento (notte su lunedì 12)

La carta in evidenza (click per aprirla) elaborata dal sito Pretemp su collaborazione Meteonetwork ci indica graficamente l’ubicazione più probabile dei temporali.

Luca Angelini

Domenica arrivano le piogge ma anche i TEMPORALI, ecco dove