4 December 2020

Le stazioni meteo preferite dagli appassionati

Domenica di tregua parziale, ecco dove e quando potrebbe comunque piovere

Spalancata la porta atlantica, le piovose perturbazioni hanno ora libero accesso al Mediterraneo e all’Italia.

La sorprendente tenuta del cuscino freddo padano (proprio come vi avevamo fatto notare alla fine del nostro ultimo VIDEO meteo) ha fatto in modo che su Piemonte e Lombardia potesse cadere ancora la neve fino in pianura, un dato certamente importante, in considerazione del fatto che su queste regioni i primi tre giorni di marzo sono tutti trascorsi all’insegna di questo fenomeno.

Ora una breve tregua, che nella giornata di domenica 4 marzo sfrutterà la breve finestra di variabilità tra due perturbazioni. Ma già dalla tarda mattinata gli avamposti del nuovo corpo nuvoloso in arrivo da ovest porteranno piogge in Sardegna, piogge destinate poi ad estendersi tra il pomeriggio e la sera anche alle regioni del versante tirrenico, Toscana, Umbria, Lazio e Campania.

Sempre in serata ecco sopraggiungere la perturbazione vera e propria con le precipitazioni che si attiveranno anche sulle regioni di nord-ovest, mentre le piogge tirreniche, dopo aver lasciato la Sardegna, avranno guadagnato nel frattempo Abruzzo, Molise, Puglia, Basilicata e, in modo più occasionale, anche Calabria e Sicilia.

Un cenno alle possibili quote neve, che potranno attestarsi al livello del suolo sul Piemonte, specie tra Cuneese e Torinese, intorno a 400-500 metri su Valle d’Aosta e ovest Lombardia, fino a 1.000 metri in Liguria, 1.200 metri in Umbria e Toscana, 1.400 metri su Lazio e Abruzzo, fino a 1.600 metri sui rimanenti settori montuosi del meridione e in Sardegna.

Luca Angelini

Domenica di tregua parziale, ecco dove e quando potrebbe comunque piovere