28 October 2020

Domenica sotto il DILUVIO su diverse regioni d’Italia

Dopo aver percorso più di 4 mila chilometri, dai suoi luoghi di origine sulla remota Groenlandia fin sul cuore del Mediterraneo, il flusso freddo che ha raggiunto proprio in queste ore anche l’Italia subirà una “complicazione“. Rimanendo bloccato da un promontorio anticiclonico ben saldo sulla Russia, sarà costretto a invorticarsi e a generare un minimo di pressione piuttosto profondo proprio a cavallo della nostra Penisola.

Dal contrasto tra l’aria mite emessa dalla superficie dei nostri mari e quella decisamente più fredda che la sovrasta in quota, contenuta nel vortice stesso, genererà un attivo corpo nuvoloso che avevamo già inquadrato nel VIDEO di venerdì scorso. Gli effetti piovosi legati a quest’ultimo saranno importanti e sono ben evidenziati dalla interessante sequenza qui sotto relativa all’intera giornata di domenica 27 settembre.

Dunque, come avete visto, ci sarà acqua un po’ per tutti, all’infuori delle regioni di nord-ovest che rimarranno decentrate rispetto all’asse di questo nuovo ciclone. Su tutte le altre regioni sono attesi rovesci e temporali, anche forti e localmente abbondanti.

La cronologia vedrà al mattino i fenomeni più importanti in Sardegna. Entro mezzogiorno rovesci e temporali lasceranno l’Isola per concentrarsi su Toscana, Umbria, Lazio per poi proseguire nel pomeriggio su Marche, Abruzzo, Molise, Campania, ovest Sicilia, per poi finire in serata su est Emilia, Romagna, coste venete, Friuli Venezia Giulia, Puglia, Basilicata, Calabria, est Sicilia, insistendo nel contempo su Toscana, Umbria, Marche, Campania e proponendo un “ritorno di fiamma” sul nord della Sardegna.

Insomma, una situazione delicata da tenere in dovuta considerazione, anche monitorando le informazione che man mano ci perverranno dal Dipartimento della Protezione Civile, che ha già emesso allerta arancione su Lazio, Campania, Puglia, Basilicata, Calabria e Sardegna.

Luca Angelini

Powered by Siteground