29 March 2020

E adesso dove è finita la PIOGGIA?

Prima nulla, poi troppa, e dopo ancora nulla; questo è il regime pluviometrico alterato al quale ormai ci dobbiamo, nostro malgrado, abituare. L’origine di questa alterazione deriva dal cambiamento climatico in atto e dal contestuale fenomeno dellamplificazione artica. A livello sinottico evidenziamo che, esaurito l’apporto di vorticità ciclonica dalle latitudini canadesi al Mediterraneo, le alte pressioni tornano a risollevarsi deviando le perturbazioni atlantiche a latitudini settentrionali.

Il risultato è ben evidenziato dalla mappa esposta in figura (clic per aprirla): la sommatoria delle piogge stimate nell’arco temporale compreso tra il 6 e il 13 dicembre è assolutamente deficitario e in alcune zone vicina a zero millimetri.

Secondo quanto emerge dalla modellistica numerica dunque, pur non se dovremo affrontare figure anticicloniche di particolare caratura, assisteremo comunque alla chiusura dei rubinetti della pioggia per alcuni giorni; una pausa che senz’altro ci può stare, per far riprendere i nostri terreni dall’ingente quantità d’acqua sostenuta nell’ultimo mese.

Bisognerà però vedere quanto tutto questo durerà.

Luca Angelini

Powered by Siteground