24 October 2020

E i TEMPORALI proseguono la loro corsa al centro-nord, allerta arancione della Protezione Civile

Proseguiamo l’analisi cominciata ieri con il focus sui primi temporali notturni sul nord Italia,andando ad esaminare cosa accadrà nel corso della giornata di VENERDI 24 luglio . Ebbene, il transito dell’asse di saccatura responsabile di questo passaggio andrà a concentrare l’attività temporalesca più pesante su est Lombardia, Triveneto, Emilia-Romagna, entroterra toscano, Umbria e Marche.

Sulle zone sopra menzionate i modelli numerici simulano una situazione generale piuttosto pesante, con indici temporaleschi elevati e foriera di episodi localmente abbondanti e associati al rischio anche di isolate ma potenti grandinate. Immancabili anche i colpi di vento improvvisi legati al passaggio delle colonne piovose. Per questi motivi, la Protezione Civile ha ritenuto di assegnare lo stato di allerta arancione per rischio di forti temporali in Lombardia ed Emilia-Romagna, comprendendo per l’esattezza le seguenti zone: Lombardia, Bassa pianura occidentale, Lario e Prealpi occidentali, Orobie bergamasche, Valcamonica, Laghi e Prealpi Varesine, Laghi e Prealpi orientali, Nodo idraulico di Milano, Pianura centrale, Alta pianura orientale, Bassa pianura orientale, Appennino pavese. Emilia-Romagna, Pianura emiliana centrale, Bacini emiliani occidentali, Pianura e bassa collina emiliana occidentale, Bacini emiliani orientali, Pianura e costa romagnola, Bacini romagnoli, Pianura emiliana orientale e costa Ferrarese, Bacini emiliani centrali.

Il sistema di previsione e pre-allertamento Estofex (figura in alto) segnala anche la possibilità di isolati episodi vorticosi lungo le coste adriatiche.

Va altresì segnalato che, trattandosi di temporali non legati a passaggio frontale nei bassi strati, i fenomeni si presenteranno con distribuzione irregolare e pertanto qualche zona, pur inserita entro l’area a maggior rischio, potrebbero venire interessata solo marginalmente o addirittura rimanere totalmente all’asciutto. In ogni caso i fenomeni andranno esaurendosi progressivamente entro sera.

Luca Angelini

Powered by Siteground