22 July 2018

E l’autunno (astronomico) arrivò, appuntamento questa sera alle 22.02

Un traguardo ma allo stesso tempo un punto di partenza. Il giorno in cui cade l’equinozio segue le regole celesti ma interviene, seppur indirettamente, anche sulle vicende meteorologiche.

Intanto oggi, 22 settembre 2017, il giorno e la notte hanno uguale durata. Per quanto riguarda le medie latitudini questo bilancio tra energia solare entrante e uscente è alla pari e determina un periodo climatico solitamente senza eccessi. Da domani la notte vincerà sul dì (dì= ore di luce) e questo bilancio tornerà ad alterarsi: l’energia entrante sarà sempre meno di quella uscente e così le temperature scivoleranno verso un inevitabile trend di discesa.

Per questo motivo, se il giorno e la notte hanno uguale durata di 12 ore, il Sole si trova allo zenith sull’equatore, mentre in ogni altro luogo della superficie terrestre raggiunge un’altezza sopra l’orizzonte pari alla differenza tra 90° e la rispettiva latitudine. Nel caso di Milano (90° – 44°72′) = 45°28′. L’equinozio dunque è da intendersi non come una intera giornata ma come un istante ben preciso. Questo istante scatta oggi, venerdì 22 settembre alle ore 22.02 (ora italiana).

Nel periodo immediatamente successivo all’equinozio autunnale le ore di luce diminuiranno rapidamente, tanto che perderemo fino a tre minuti al giorno.

Luca Angelini

E l’autunno (astronomico) arrivò, appuntamento questa sera alle 22.02