5 December 2020

Le stazioni meteo preferite dagli appassionati

Ecco la PIOGGIA che aspettavamo

Svolta confermata.

La primavera lascia il suo volto stabile – e indubbiamente anomalo considerato il periodo – e intraprende una nuova strada, quella della più tipica e normale variabilità meteorologica. Tutto nasce dalla caduta della pressione in Atlantico. Là dove da settimane, se non mesi, domina un inossidabile campo di alte pressioni, ritroveremo una profonda area ciclonica, la quale piloterà verso l’Italia correnti umide meridionali.

Il passaggio sarà graduale tant’è che si entrerà nel vivo delle piogge primaverili attese a partire da metà della prossima settimana, quindi dal 3-4 aprile in avanti.

La carta in alto (clic per aprirla) ci mostra la sommatoria delle piogge stimate per i prossimi 7 giorni, qui sopra invece è rappresentata l’anomalia della piovosità attesa in relazione alla normale media climatologica; come vedete faremo un bel passo in avanti, anche nell’ottica di iniziare a metter mano al ripristino delle riserve idriche anche nelle zone recentemente battute dalla siccità.

Seguiranno ampi approfondimenti a tal proposito.

Luca Angelini