Estate 2022: ecco come è stata nel mondo

Della situazione italiana abbiamo già ampiamente approfondito nei nostri precedenti editoriali, rispettivamente parlando rispettivamente delle temperature e delle piogge. Ora allarghiamo lo sguardo all’Europa e al resto del mondo.

ESTATE 2022 IN EUROPA: grazie alla banca dati Copernicus, possiamo ben dire che l‘estate 2022 in Europa è stata la più calda dall’inizio delle rilevazioni con una anomalia di +0,4°C rispetto al precedente record dell’estate 2021. I valori registrati fanno addirittura sembrare più “fresca” la terribile estate del 2003, staccata di diversi decimi di grado dall’attuale. In altri termini, la temperatura media europea nel trimestre estivo 2022 (giugno, luglio, agosto) è la più alta mai registrata dall’inizio delle rilevazioni (1979).

TEMPERATURE da primato del caldo anche nel mese di agosto, che in Italia invece, come abbiamo visto nel nostro articolo dedicato, è stato il meno caliente dei tre mesi estivi. Situazione analoga anche in Francia, dove l’estate 2022 è stata seconda solo al 2003 in termini di temperatura media, sebbene il numero di giorni classificati come parte di un’ondata di caldo sia stato superiore nel 2022 rispetto al 2003. Per l’Inghilterra invece è stata l’estate più calda, alla pari con il 2018, in termini di temperatura media.

PIOGGE: l’estate 2022 è stata caratterizzata da condizioni secche in gran parte dell’Europa occidentale. In gran parte della Scandinavia, nelle regioni dell’Europa centrale e sudorientale, in Grecia e nella Turchia occidentale, le condizioni sono state invece prevalentemente più piovose della media.

ESTATE 2022 NEL MONDO: anche il Nord America, l’Africa nord-occidentale, la Cina, il Giappone e la Russia orientale hanno vissuto un’estate notevolmente più calda della media. Dall’altra parte del mondo, osservando l’inverno australe, osserviamo che la maggior parte dell’Antartide ha avuto un inverno meno freddo del solito. Le regioni in cui le temperature medie stagionali erano inferiori alla media includono il Pakistan e le regioni costiere dell‘Oman e dello Yemen, la maggior parte dell’Australia orientale, gran parte della Groenlandia e una fascia dalla Siberia centrale alla Cina nord-orientale. Dal punto di vista della piovosità, l’estate boreale del 2022 si è rivelata più secca della media nell’America settentrionale, centrale e in tutta l’Asia centrale. Il Corno d’Africa ha continuato a soffrire di siccità. Da notare le ingenti alluvioni occorse in Pakistan.

Fonte dati: Copernicus/ECMWF

Report Luca Angelini