Estate estrema: ecco finora chi ha avuto la peggio

A poco più di un mese dall’inizio dell’estate astronomica, siamo andati a vedere quali paesi europei hanno fatto rilevare le anomalia più evidenti delle temperature medie.

Secondo i dati NCEP/NCAR, nel periodo in esame (dal 21 giugno al 21 luglio) spicca una vistosa anomalia positiva di temperatura (più caldo del normale oltre i 4°C) nella zona del Baltico, Finlandia, Russia, Estonia, Lettonia, Lituania e Bielorussia. Da notare che in Finlandia sono stati misurati 31 giorni consecutivi con una temperatura maggiore di 25°C (soglia delle condizioni di ondata di calore in quella zona)

Più caldo del normale, ma con scarti tra 3 e 4°C su buona parte della Svezia, sud della Norvegia, Danimarca, porzioni settentrionali di Germania, Polonia, Repubblica Ceca, più localmente, anche nei Balcani tra Bosnia e Croazia.

In Italia valori che nel periodo indicato si sono attestati tra 1 e 2°C sopra la medie del periodo (ma siamo sicuri che stanno rapidamente lievitando…), mentre al di là del Mediterraneo spiccano le vistose anomalie africane del settore algero-tunisino e libico, argomento che trova riscontro con quello che abbiamo scritto proprio ieri in questo precedente approfondimento.

Francesco Nucera e Luca Angelini