25 October 2020

Feste sulla NEVE: tempo splendido, ma con un occhio al pericolo di valanghe sulle Alpi

L’alta pressione garantisce condizioni di tempo per buona parte soleggiato su tutto il nostro territorio. Chi ha optato per una inebriante pausa natalizia con gli sci ai piedi sulle Alpi, può contare su una stagione davvero ottimale e su giornate favorevoli alle uscite, anche ad alta quota, pur al costo di un po’ di vento.

Il problema più grosso però, in questo paradiso bianco, rimane il pericolo di valanghe, che su tutto l’arco alpino rimane elevato, mediamente marcato (livello 3).

Da segnalare che nella giornata di SANTO STEFANO sulle montagne più settentrionali dell’Alto Adige-Sud Tirol, in particolar modo nei comprensori delle vali Ventosa e Aurina interessate dalle più recenti nevicate, il pericolo di valanghe sale a livello 4 (forte). Relativamente più tranquilla parte della fascia prealpina, cui l’Aineva ha stimato un pericolo moderato (livello 2).

Terminiamo con una nota riferita alla giornata di VENERDì 27 dicembre, quando una perturbazione impatterà il versante nord-alpino generando nuove nevicate sui versanti esteri e a ridosso delle creste di confine, con fiocchi che scenderanno a intermittenza fin verso i 1.200-1.400 metri. I settori più esposti saranno quelli dell’alta Valle d’Aosta, testata della val Formazza, zona Spluga in Lombardia, valli Venosta ed Aurina in Alto Adige-Sud Tirol.

Luca Angelini

Powered by Siteground