Fino a martedì 27 nubi e piogge su molte regioni d’Italia

Una anticipazione di quello che sarà il tempo della prossima settimana partendo dalla situazione attuale che vede protagonista una vasta depressione atlantica, la quale invia a ripetizione verso il Mediterraneo e l’Italia diverse perturbazioni. I fenomeni legati a queste ultime si concentrano soprattutto al centro e al sud, ma la nuvolosità insiste anche sulle regioni settentrionali, specie nei bassi strati,. lasciano in parte fuori solo le estreme Alpi occidentali.

LUNEDI 26 una nuova perturbazione raggiungerà l’Italia iniziando ad agire già dalla sera di domenica sul Piemonte, Liguria, Lombardia, Emilia Romagna e Sardegna, salvo poi spostare il suo raggio d’azione verso il resto del centro-sud nel corso della mattinata. Quota neve intorno a 1.200 metri. Possibili temporali notturni sul Lazio, al primo mattino tra Campania e Calabria tirrenica. Poi tutto si allontana rapidamente verso levante proponendo una ritornante sul Triveneto, con qualche pioggia annessa, mentre prima di sera un ulteriore corpo nuvoloso sopraggiungerà da ovest e inizierà nuovamente ad interessare le Isole Maggiori, per poi spostarsi rapidamente verso il resto del centro-sud peninsulare con ulteriori rovesci e temporali. Temperature in lieve diminuzione.

MARTEDI 27 condizioni di generale variabilità, con più alta probabilità di rovesci su nord-est, medio versante adriatico (Marche, Umbria, Abruzzo) e basso versante tirrenico (Campania, Calabria). Fenomeni più sporadici sulle Isole e sui restanti settori del centro-sud. Cielo più aperto e tempo asciutto al nord-ovest, pur con possibilità di nubi basse o strati nebbiosi sulla pianura Padana e nelle valli. Ulteriore lieve calo termico con ventilazione moderata settentrionale.

Da MERCOLEDI 28 sino a VENERDI 30 poi un temporaneo rialzo della pressione determinerà una cessazione delle piogge su tutto il territorio nazionale e il passaggio a tempo almeno in parte soleggiato. L’inserimento di aria relativamente più fredda (il primo dei due impulsi descritti in questo articolo) porterà ad un calo delle temperature con una decisa ventilazione nord-orientale, specie al centro e al sud.

Da segnalare comunque qualche addensamento lungo il versante adriatico e la possibilità di nebbie o strati di nubi basse in pianura Padana e nelle vallate del centro. Sulle regioni settentrionali si potranno a tratti avere alcuni passaggi nuvolosi legati alle perturbazioni in transito oltralpe. Una di queste potrà dar luogo a qualche nevicata in quota lungo i settori alpini di confine nella giornata di mercoledì 28 novembre.

TEMPERATURE: dopo il calo di lunedì, martedì e mercoledì, sono previste in rialzo giovedì 29 e venerdì 30, cui seguirà una possibile nuova diminuzione nel successivo weekend (da confermare).

Luca Angelini

Fino a martedì 27 nubi e piogge su molte regioni d’Italia