22 October 2020

Ghiacci polari, rientro in extremis

Quando, alla fine del mese di luglio, l’estensione della banchisa artica subì un vistoso tracollo, sembrava di essere ormai prossimi ad aver superato il nuovo record negativo assoluto spettante all’anno 2012. Proprio ora però si notano timidi segnali di ripresa o, per meglio dire, di fusione più lenta e quindi un parziale rientro dall’anomalia record.

Ad un mese dal minimo stagionale (attesa normalmente per metà settembre), la banchisa artica si estende attualmente per 5,3 milioni di chilometri quadrati contro una media (1979-2020) di 7,2 milioni di chilometri quadrati, valore che era stato toccato appunto a fine luglio con un mese di anticipo. Oggi mancano infatti all’appello 1,9 milioni di chilometri quadrati di ghiaccio.

In questo stesso periodo, fece peggio solo l’agosto del 2019, quando il satellite individuò solo 5.0 chilometri quadrati di banchisa, mentre gli 8,8 milioni registrati nell’agosto del 1982 sembrano ormai paleoclimatologia….

Per ulteriori dati e informazioni controlla tu stesso la pagina dedicata ai ghiacci polari, anche su mobile.

Luca Angelini

Powered by Siteground