Ghiacciai alpini h24: tre nuove stazioni per monitorarli in tempo reale

L’ultima settimana di giugno un team di glaciologi della Bavarian Academy of Science, in collaborazione con il Servizio Glaciologico Lombardo, ha installato sul Ghiacciaio dell’Adamello una stazione meteorologica dell’ultima generazione. Altre due stazioni di pari caratteristiche sono state installate in contemporanea sul ghiacciaio austriaco del Vernagtferner e su quello bavarese di Schneeferner sulla Zugspitze, costituendo in tal modo una triangolazione latitudinale che attraversa le Alpi da nord a sud.

La rete di stazioni sarà attiva per due anni e monitorerà in simultanea le condizioni climatiche nella zona di ablazione dei ghiacciai. Il Servizio Glaciologico Lombardo, per mezzo degli operatori G.Prandi, M.Manni, R.Porta, F.Chistolini e R.Scotti – a supporto di questo progetto – ha provveduto all’installazione di due paline ablatometriche nei pressi della stazione presente sull’Adamello e di una time-lapse camera.

Quest’ultima riprenderà la parte centrale del ghiacciaio con scatti ogni 30 minuti per tutto l’anno, garantendo così una serie di preziosissime informazioni riguardanti la dinamica glaciale e lo stato dell’innevamento a supporto dei dati rilevati dalla stazione meteorologica.

A cura del Servizio Glaciologico Lombardo

Report Luca Angelini

Ghiacciai alpini h24: tre nuove stazioni per monitorarli in tempo reale