19 September 2017

Giovedì 14 settembre tempo instabile, fresco e ventoso sulle regioni settentrionali

Vi ricordate quel corpo nuvoloso che abbiamo contrassegnato con il n.5? La perturbazione numero 5 di settembre si conferma con un passaggio a doppio corpo. La prima parte avverrà nella giornata di giovedì 14 settembre e, come era nelle anticipazioni, interesserà essenzialmente le nostre regioni settentrionali e le aree più settentrionali della Toscana (Lunigiana, Garfagnana e Versilia).

Da segnalare allora su queste zone tempo instabile, con estesi passaggi nuvolosi talora accompagnati anche da alcune piogge. Queste ultime saranno possibili su tutte le regioni, ad eccezione del basso Piemonte, del Ponente ligure e della Romagna che rimarranno sottovento rispetto alle correnti pilota. I fenomeni più decisi attesi invece sulle vallate del Levante ligure e sul Triveneto.

Si segnala anche la possibilità di spruzzate di neve sulle cime alpine poste al di sopra dei 2.500-2.600 metri, ma anche a quote inferiori, sin verso i 1.800-2.000 metri sui settori di confine tra Valle d’Aosta, Svizzera e Francia.

Schiarite prima di sera sulle regioni di nord-ovest. Sul resto del Paese tempo in prevalenza soleggiato, pur con addensamenti possibili al centro, specie lungo il versante tirrenico, e sulla Campania. Bassa probabilità di fenomeni.

Il vento risulterà moderato/forte al nord, sulla Toscana e sulle Marche. Si tratterà principalmente di Libeccio (sud-ovest). Le coste liguri e quelle dell’alta Toscana, che saranno le più esposte, potranno venire interessate da mare agitato.

Le temperature sono previste in lieve aumento al centro e al sud, stazionarie al nord, ma con tendenza alla diminuzione nel corso della giornata sulle Alpi.

Venerdì 15 si profila una giornata caratterizzata da tempo inizialmente discreto che poi si instabilizza nuovamente sulle regioni settentrionali, dove potrà dar luogo ad ulteriori precipitazioni sparse, specie tra pomeriggio e sera.

Luca Angelini