4 December 2020

Le stazioni meteo preferite dagli appassionati

Giovedì 3 gennaio primi rovesci di NEVE a bassa quota in Adriatico e al sud

L’aria fredda che già da alcuni giorni andavamo preannunciando è ormai giunta a destinazione e sta recando i primi frutti in termini di precipitazioni sulle nostre regioni adriatiche e su quelle meridionali. Tutto era nelle previsioni e nelle prossime ore si avrà come unica modifica l’ulteriore calo del limite delle nevicate che raggiungeranno anche le località costiere a partire da Abruzzo, Molise e nord Puglia.

Nella giornata odierna (giovedì 3 gennaio) i rovesci nevosi si manterranno intorno a 300-400 metri su Basilicata e Calabria e tra 500 e 600 metri sui monti della Sicilia, con particolare riferimento a quelli della catena settentrionale rivolta verso il Tirreno (Palermitano e Messinese).

In serata possibile ulteriore calo del limite delle nevicate che a intermittenza potranno portare i primi fiocchi sulle spiagge adriatiche dall’Abruzzo verso sud, mentre su Calabria e Basilicata lo stesso limite scenderà intorno a 200-300 metri, mentre in Sicilia si arriverà a 300-400 metri.

Si tratterà di rovesci sparsi, che potranno manifestarsi a carattere più continuo e con accumuli anche importanti nelle vallate abruzzesi e Molisane, ma a tratti anche sui monti settentrionali siculi.

Da segnalare infine gli eventuali sconfinamenti determinati dal forte vento da nord a carico delle aree di confine di Marche meridionali, Lazio e Campania.

Temperature in forte diminuzione su tutta l’Italia. I mari saranno tutti agitati, con possibilità di mareggiate lungo le coste esposte a nord (vedi bollettino anche per versione mobile).

Luca Angelini