23 September 2018

Giovedì 5 e venerdì 6 luglio, le giornate più calde per il sud

Il caldo tutto al sud. Con il coricamento dell’asse dell’alta pressione il flusso caldo proveniente dall’entroterra nord-africano punta direttamente le nostre regioni meridionali. Qui oltretutto si sommano anche i massimi degli effetti di subsidenza, ossia delle correnti discendenti che comprimono e riscaldano l’aria, e del soleggiamento che, come sappiamo, è tra i più intensi dell’anno.

Il risultato è presto detto, con le temperature che saliranno su valori elevati e superiori alla media stagionale anche fino a 4-5°C e questo sia per quanto riguarda i valori massimi del giorno che quelli minimi della notte. Lo sviluppo in altezza della cupola anticiclonica infatti non consente un’ottimale dispersione del calore anche nelle ore notturne.

Ma andiamo a vedere che valori di picco potremo registrare nelle prossime ore, vale a dire sia giovedì 5 che venerdì 6 luglio. La cartina allegata, relativa al modello america GFS, ci offre una panoramica a riguardo. Si nota che giovedì 5 luglio le aree soggette a temperature superiori a 30°C interesseranno quasi tutto il sud e la Sardegna, mentre entro le zone bordate di bianco abbiamo segnalato valori superiori a 35°C.

Venerdì 6 è atteso un calo delle temperature anche deciso in Sardegna per venti di Maestrale, mentre al sud continuerà a fare caldo, anche se probabilmente si inizieranno a registrare valori già meno elevati rispetto a giovedì. Per un calo più deciso e generale delle temperature occorrerà comunque attendere il ricambio d’aria atteso per il prossimo weekend.

Luca Angelini

Giovedì 5 e venerdì 6 luglio, le giornate più calde per il sud