22 October 2020

Gli opposti nel Mondo: -30 in Canada, +45 in Australia

Quante volte abbiamo ricordato che un singolo evento meteo non è la dimostrazione di un trend climatico: primo perchè tempo e clima sono due cose diverse e si riferiscono a tempistiche differenti; secondo perchè due eventi possono essere l’opposto dell’altro e pertanto annullarsi a vicenda.

L’esempio lo abbiamo oggi stesso: ai due capi del Pianeta ritroviamo due situazioni meteorologiche diametralmente opposte: un’ondata di gelo invernale molto intensa sta interessando il continente nord-americano, in parte anche il nord dell’Atlantico, dove agiscono direttamente le spire del vortice polare. In Canada si stanno registrando fino a 30 gradi sotto lo zero (in alcuni casi siamo sotto la media di oltre 20 gradi), mentre l’Islanda è interessata da venti di uragano e da nevicate da record.

Il tutto accade mentre in Australia rimane sotto una cappa di caldo estivo che sta assumendo sempre più carattere di eccezionalità. Su vaste aree del Paese si registrano da molti giorni temperature fino a 45°C, insistono anche condizioni pesantemente siccitose e che favoriscono la propagazione degli incendi. Qui agisce l’oscillazione nota come IOD, indice che rileva una anomalia nella disposizione delle correnti a livello dell’oceano Indiano.

Luca Angelini

Powered by Siteground