22 October 2020

Guardate come influiscono le piogge di questi giorni sul livello dei grandi laghi

Lo andiamo dicendo da sempre: ogni stagione deve fare il suo corso. Così, dopo un’estate che non è mancata di fare il suo dovere dispensando tempo caldo e secco per molte settimane, eccoci arrivati in autunno, stagione piovosa per antonomasia.

Dunque le piogge sull’Italia sono arrivate, come sempre con una distribuzione irregolare che ha lasciato qualche buco scoperto, ma che nel complesso si stanno rivelando in linea con le medie del periodo. Se andiamo ad esaminare – grazie alla nostra pagina dedicata – il livello dei grandi laghi prealpini, spia primaria delle riserve d’acqua sulle nostre regioni settentrionali, si nota che tutti i bacini attualmente si trovano su livelli superiori alla media del periodo.

Su tutti i bacini, ad eccezione del lago di Garda il cui livello non era mai sceso al di sotto della media dal maggio scorso, determinante è stato proprio l’apporto delle piogge di ottobre, grazie alle quali è stato colmato il deficit idrico precedente. Rilevante è stato l’innalzamento repentino dei livelli del lago Maggiore (grafico sotto) e del Lago di Como in occasione della perturbazione del 4-5 ottobre scorso, con un picco di crescita di 150 centimetri in 24 ore, subito rientrato i giorni successivi.

Luca Angelini

Powered by Siteground