24 October 2020

Guardate, questo per gli Americani sarebbe vero GELO

Ricordate cosa avevamo scritto a proposito di una particolare manovra che si stava compiendo nella stratosfera polare alcuni giorni fa? Ebbene quel processo di forte destabilizzazione della circolazione polare si è manifestato in due pulsazioni successive. Rispetto ad allora però le conseguenze per la circolazione nei bassi strati è partita più ad ovest del target euro-atlantico che era stato ipotizzato in un primo tempo.

Dunque il vortice polare sta uscendo dalla sua sede artica e nella seconda decade di dicembre sposterà il suo raggio d’azione sul continente nord-americano, dove i modelli hanno individuato la concreta possibilità di una ondata di gelo particolarmente severa tra il 10 e il 20 dicembre prossimi. Sulla carta l’evento sarebbe molto simile a quello estremo verificatosi lo scorso mese di gennaio.

L’evento è da seguire anche perchè il lobo del vortice polare, seguendo il senso della circolazione, dovrebbe poi evolvere verso levante impegnando proprio il tratto euro-atlantico. Nei prossimi giorni vedremo se, come, dove e quando.

Luca Angelini

Powered by Siteground