25 November 2020

I possibili TEMPORALI del pomeriggio-sera di domenica 20 al nord-ovest

Alla fine il maltempo si è ridotto ad interessare solo le nostre estreme regioni nord-occidentali. Questo perchè l’asse della saccatura polare in discesa dal nord Europa è rimasta schiacciata tra due blocchi anticiclonici di notevole portata, l’uno alla deriva dell’Atlantico e l’altro sull’Europa orientale.

La corrente fredda legata alla saccatura, il cui vertice arriva fin sull’entroterra del Marocco, va quindi a sprofondare tra la Francia e la Spagna staccando un minimo di pressione all’altezza del golfo di Biscaglia. Questo minimo richiama quindi aria fredda polare sulla Spagna e aria calda africana sull’Italia. Il bordo di contatto tra le due correnti, costituita da una attiva perturbazione, intercetta le nostre regioni nord-occidentali dove tra il pomeriggio e la sera di domenica 20 ottobre si instaureranno condizioni favorevoli all’innesco di temporali, anche di una certa intensità.

La stazionarietà dei fenomeni, e l’azione di sbarramento indotta da Alpi e Appennino settentrionale, potrà causare accumuli piovosi localmente importanti, in modo particolare sulla Liguria, sull’alto Piemonte e sul Ticino svizzero, fenomeni che poi nella notte e nella mattina di lunedì 21 potranno estendersi anche alla Lombardia, colpendo con gli accumuli piovosi più elevati soprattutto le aree montuose.

Luca Angelini

Powered by Siteground