21 August 2018

I TEMPORALI di domenica: pochi ma intensi, ecco dove

Posta a cerniera tra un campo di alta pressione subtropicale – che porta aria calda verso le nostre regioni centro-settentrionali – e una zona depressionaria sull’Europa orientale  che pilota aria più fresca in quota sulla verticale delle nostre regioni meridionali – l’Italia risente di quella che tecnicamente è nota come instabilità latente.

In altre parole, l’atmosfera rimane stabile (per mano dell’alta pressione), finchè il suo coperchio non viene sollevato dalle correnti ascendenti generate dal forte riscaldamento solare, soprattutto dove questo sollevamento viene agevolato attraverso la risalita lungo gli assolati pendii montuosi.

Queste sono (dette in breve) le cause che nel pomeriggio di oggi, DOMENICA 5 agosto, potranno determinare l’innesco e il successivo sviluppo di manifestazioni temporalesche. La cartina in figura (click per aprirla) ce ne mostra la distribuzione.

Questi temporali potrebbero risultare intensi soprattutto sulla Sicilia: il transito di aria fresca in quota, unitamente ad alti valori di vapore acqueo nei bassi strati atmosferici, andrà a favorire sistemi temporaleschi stazionari in grado di generare forti piogge e grandine di piccole dimensioni.

Temporali più isolati potranno interessare invece l’Appennino centro meridionale, la costa tirrenica e la costa ionica pugliese. In particolare la zona tra Lazio, Umbria ed Abruzzo al suolo potranno formarsi convergenze di brezze locali favorendo ulteriormente la convezione con sistemi temporaleschi piuttosto intensi.

Altri temporali di una certa intensità potrebbero formarsi sull’arco alpino, sulle rispettive fasce pedemontane dal Piemonte al Veneto e anche sulla Sardegna.

Luca Angelini

I TEMPORALI di domenica: pochi ma intensi, ecco dove