I TEMPORALI di giovedì 8 settembre: ecco dove colpiranno

Si conferma il passaggio temporalesco dovuto al passaggio della coda di una perturbazione atlantica. Il corpo nuvoloso, sostenuto in quota da correnti sud-occidentali diffluenti e inserite entro una circolazione ciclonica piuttosto stretta posta a cavallo delle Isole Britanniche, si accompagnerà alla nascita e al successivo sviluppo di numerose strutture temporalesche che andranno ad interessare le nostre regioni settentrionali e quelle centrali tirreniche.

In particolare, segnaliamo la possibilità di fenomeni abbondanti lungo tutta l’area alpina, prealpina e Friuli Venezia Giulia, con particolare riferimento alla zona laghi di Piemonte e Lombardia, dove sono attesi i picchi massimi di pioggia, con accumuli anche fino a 80-100 millimetri nelle 24 ore. Possibilità di forti rovesci di pioggia anche sul Levante ligure (ma qui di più breve durata e pertanto con accumuli minori), in Umbria e sulla Toscana. Fenomeni più scarsi sulla bassa Padana, in particolare sull’Emilia-Romagna, dove potremo avere accumuli di pioggia addirittura trascurabili.

Luca Angelini