I TEMPORALI di sabato; ecco le zone critiche

Come sappiamo, un fronte freddo proveniente dal nord Europa attraverserà nel corso della giornata odierna (sabato 17 settembre) tutta l’Italia. Il disturbo operato dall’impatto e dalla conseguente distorsione delle correnti settentrionali da parte delle nostre catene montuose darà modo ai fenomeni temporaleschi di distribuirsi in maniera del tutto irregolare, con prevalente coinvolgimento del nord-est ed Emilia-Romagna al mattino e di Campania e Calabria tirrenica per il resto della giornata.

Saranno dunque queste le zone che, a parer nostro, potrebbero subire con maggior probabilità i fenomeni più intensi e/o violenti. La Protezione Civile inoltre, proprio per questo motivo, ha diramato l’allerta arancione sulla Campania con particolare riferimento ai seguenti settori: Piana Sele e Alto Cilento, Basso Cilento, Tusciano e Alto Sele, Penisola sorrentino-amalfitana, Monti di Sarno e Monti Picentini, Alto Volturno e Matese, Piana campana, Napoli, Isole e Area vesuviana.

Rapido passaggio di spunti temporaleschi sarà comunque possibile anche su bassa Lombardia (al mattino) poi, nel pomeriggio, sul nord dell’Umbria (Allerta arancione della Protezione Civile per i postumi dei fatti alluvionali di ieri) ancora sulle Marche (molto più deboli e sporadici di venerdì sera), Lazio, Puglia, confini lucani con la Campania e nord della Sicilia.

Luca Angelini